I cori del concorso

Il concorso prevede il coinvolgimento di diverse formazioni corali nelle specifiche fasi di svolgimento.

Eliminatorie
Coro Artemusica di Valperga
direttore: Debora Bria

Il Coro Artemusica viene fondato a Valperga nel 2002 da Debora Bria, direttore del coro, e da Carlo Beltramo, maestro collaboratore e pianista accompagnatore. Svolge concerti, collaborazioni artistiche e stage corali in Italia e all’estero; è invitato a prestigiosi festival e rassegne corali nazionali e internazionali. Nel 2011 ha realizzato il cd Cantus Novus dedicato alla musica sacra dei secoli XIX e XX e nel 2013 il cd British Christmas Music for Children Choir dedicato al ’900 inglese. Nel 2018 per Feniarco il cd della raccolta Giro Giro Canto 7. Ha ricevuto prestigiosi riconoscimenti e premi in concorsi corali nazionali e internazionali, tra i quali nella categoria cori di voci bianche: medaglia d’oro e vincitore assoluto di categoria al concorso corale nazionale di Quartiano (2009, 2012, 2015); primo premio assoluto al 44° concorso corale nazionale di Vittorio Veneto (2010); fascia oro al concorso internazionale di Riva del Garda (2012); primo premio e vincitore assoluto del Gran Premio al 7° concorso corale nazionale Il Garda in Coro di Malcesine (2013) e premio miglior direttore; primo premio e vincitore assoluto di categoria al concorso internazionale di Riva del Garda (2016) e premio miglior direttore. Nella categoria cori giovanili: medaglia d’oro al concorso corale nazionale di Quartiano (2012); fascia oro al concorso internazionale di Riva del Garda nel (2012, 2016); primo premio e vincitore assoluto del 48° concorso corale nazionale di Vittorio Veneto (2014); Gran Premio Efrem Casagrande; medaglia d’oro e vincitore assoluto di categoria al concorso corale nazionale di Quartiano (2015, 2016).  

Debora Bria si è formata musicalmente ai conservatori G. Verdi di Torino e L. Cherubini di Firenze dove si è diplomata in pianoforte principale sotto la guida di G. Sacchetti. Ha studiato composizione con A. Ruo Rui, frequentato masterclass di musica antica con E. Fadini, di didattica sperimentale con D. Bartolini, musica pianistica del ‘900 con G. Cascioli, direzione di coro con L. Donati, direzione di coro di voci bianche con M. Mora alla Scuola superiore per direttori di coro della Fondazione G. d’Arezzo. Al Concorso nazionale per cori di voci bianche e giovanile “Il Garda in Coro" di Malcesine ha ottenuto il premio come miglior direttore emergente nel 2009 e come miglior direttore nel 2013. Ha inoltre vinto il premio come miglior direttore al Concorso corale internazionale di Riva del Garda nel 2016. È direttore e fondatore del Coro Artemusica di Valperga (To) con il quale svolge un'intensa attività artistica e concertistica realizzando anche diverse produzioni discografiche. Svolge concerti in duo pianistico con C. Beltramo. Viene spesso invitata in qualità di docente a tenere lezioni-concerto, conferenze, stage e atelier corali e come membro di giuria in concorsi corali nazionali.

[coro giovanile femminile-eliminatorie]

Eliminatorie
Genova Vocal Ensemble 

direttore: Roberta Paraninfo

Nata nel 1995, il Genova Vocal Ensemble è la formazione più antica dell'Accademia Vocale di Genova. L’ensemble esegue un vasto repertorio che va dalla musica rinascimentale alla musica contemporanea, prevalentemente a cappella. È stato invitato a diversi festival nazionali e internazionali, tra cui: 32° Musique en Morvan (Francia), 15° Festival des Choeurs Laurèats a Vaison la Romaine (Francia); 7° Europaisches Jugendchorfestival a Basilea (Svizzera) e 7° Festival Internazionale di Capodistria (Slovenia). Ha realizzato tre operine teatral-musicali prodotte dal Teatro C. Felice di Genova: I capelli del diavolo, Totò Sapore e Malafiato su testi di R. Piumini e musiche di A. Basevi. Ha curato diversi progetti musicali tra i quali: Pro festo innocentium con la Missa sub titulo Sancti Leopoldi e i Vespri Pro Festo Innocentium di M. Haydn a cui si sono aggiunti brani su commissione a L. Donati; Vivaldi al femminile con Magnificat e Gloria nell’originale versione a voci pari; RomanticaMente, con brani di F. Schubert, F. Mendelssohn, J. Brahms e J.G. Rheinberger. Nel 2014 ha partecipato al concerto Defying gravity diretto da E. Whitacre presso il Lincoln Center di New York. Nel 2015 ha eseguito in prima assoluta alcuni brani del compositore genovese M. Trenti, dei quali è stato registrato un cd/dvd dal vivo. Nel 2017 ha inciso per la Brilliant Classics il CD dei Shakespeare Sonnets di M. Castelnuovo-Tedesco. Il coro ha partecipato a concorsi corali nazionali e internazionali ottenendo numerosi premi e riconoscimenti tra i quali si segnalano, negli anni recenti: 1° premio cat. gruppi vocali al 33° Concorso polifonico nazionale G. d’Arezzo (2016), 1° premio cat. gruppi vocali, 1° premio repertorio monografico, 1° premio repertorio profano e 3° premio repertorio sacro al 65° Concorso polifonico internazionale G. d’Arezzo (2017), 1° premio cat. gruppi vocali al 15° Concorso corale internazionale J. Gallus di Maribor, Slovenia (2019). 

Roberta Paraninfo, pianista di formazione, direttrice e didatta di professione, ha fondato e diretto a partire dal 1994 diverse formazioni corali. Attualmente dirige i cori dell’Accademia Vocale di Genova, da lei fondati nel 2005: il coro di voci bianche I Piccoli Cantori, il coro giovanile a voci pari Giovani Cantori, il coro giovanile misto Sibi Consoni e il gruppo vocale Genova Vocal Ensemble, con i quali ha conseguito numerosi premi in competizioni nazionali e internazionali. Ha diretto inoltre il coro misto JanuaVox, il coro femminile Good News!, il coro da camera Steffani e il coro del conservatorio A. Steffani di Castelfranco Veneto (Tv). Da numerosi anni cura progetti di educazione musicale e sviluppo della coralità per le classi delle scuole primarie di Genova e corsi di formazione per insegnanti e direttori di coro in varie regioni d’Italia, per conto di Feniarco e delle Associazioni Regionali. Ha insegnato esercitazioni corali presso il conservatorio A. Steffani di Castelfranco Veneto dal 2014 al 2017. Insieme a G. Graden, ha diretto il Coro Giovanile Italiano per il biennio 2015-2016. È docente di accompagnamento pianistico presso il conservatorio N. Paganini di Genova. Ha ricevuto cinque volte il premio come miglior direttore, in altrettanti concorsi corali nazionali ed internazionali.  

[coro giovanile misto-eliminatorie]

Semifinale
Coro da camera di Torino

direttore: Dario Tabbia

Il Coro da Camera di Torino nasce nel 2008 su iniziativa del suo direttore Dario Tabbia con l’obiettivo di formare uno strumento di valorizzazione del repertorio polifonico meno conosciuto. Ha tenuto concerti all’interno di importanti festival musicali fra i quali MiTo Settembre Musica, Unione Musicale di Torino, Piemonte in Musica, Musici di Santa Pelagia, Teatro Bibiena di Mantova, Festival della Via Francigena, Ruvo Coro Festival con un repertorio che spazia dal Rinascimento al XX secolo. È stato invitato ai Festival Internazionali di Sassari, Cagliari e Porto Torres. Nel 2011 ha vinto un primo premio e tre premi speciali al Concorso nazionale corale F. Gaffurio di Quartiano e nel 2012 il primo premio e il premio speciale Feniarco al Concorso polifonico nazionale Guido d’Arezzo. Nel 2015 è stato scelto come coro laboratorio per il Concorso internazionale per giovani direttori a Torino e, nello stesso anno, ha effettuato una tournée in Olanda riscuotendo un grande successo. Nel 2017 è stato finalista al Gran Premio del Concorso corale internazionale di Maribor (Slovenia) dove gli è stato assegnato un premio speciale e nel 2019 ha vinto tre primi premi, due premi speciali e il Gran Premio E. Casagrande al Concorso nazionale corale Città di Vittorio Veneto. Alcuni fra i maggiori compositori italiani quali Giovanni Bonato, Elena Camoletto, Giuseppe Di Bianco, Franco Dominutti, Alessandro Ruo Rui e Mauro Zuccante, hanno composto brani espressamente per il coro. Collabora regolarmente con la Scuola di direzione corale Il respiro è già canto e ha cantato sotto la direzione di K. Koetsveld, A. Sanna, L. Marzola e F.M. Bressan. Ha inciso i CD Voci, Made in Italy, un progetto interamente dedicato ai compositori italiani dal Rinascimento a oggi, Passio Domini nostri Jesu Christi (allegato al n. 60 della rivista Choraliter) e Dieci in occasione del decennale di attività. 

Dario Tabbia si è diplomato in direzione di coro presso il Conservatorio G. Verdi di Torino, si è esibito in Italia e all’estero. Ha diretto la Corale Universitaria di Torino e l'Insieme vocale Daltrocanto con il quale ha realizzato incisioni discografiche che hanno ottenuto importanti premi internazionali (Diapason, Gramophone, Repertoire, Le monde de la musique), oltre al premio della critica italiana nel 1996 e il premio Amadeus nel 1997. Ha inciso per Opus 111, Nuova Era, Stradivarius, Arts, Symphonia e Bongiovanni. Membro di giuria in prestigiosi concorsi corali nazionali e internazionali, nel 1991-92 è stato maestro del coro sinfonico della RAI di Torino. Nel 2006 ha curato la revisione del libro sulla direzione di coro Il respiro è già canto di Fosco Corti e l’anno successivo ha fondato l’omonima scuola per direttori di coro, presso la quale insegna. Nel 2008 fonda il Coro da Camera di Torino con il quale ha vinto numerosi premi e inciso quattro CD. Dal 1983 è docente di esercitazioni corali presso il Conservatorio G. Verdi di Torino. È stato membro della Commissione Artistica di Feniarco oltre che docente al Festival Europa Cantat Pécs 2015. Dal 2011 al 2014 è stato codirettore del Coro Giovanile Italiano con il quale ha vinto diversi primi premi al Florilège Vocal de Tours nel 2014.   

[coro misto - semifinale]

Semifinale
Coenobium Vocale di Piovene Rocchette

direttore: Maria Dal Bianco

Impegnato in attività concertistica e nella ricerca e interpretazione di repertori appartenenti a vari stili ed epoche storico-musicali, il Coenobium Vocale si è affermato in numerosi concorsi corali nazionali e internazionali. Collabora frequentemente con enti e associazioni culturali quali Teatro La Fenice di Venezia, Società Filarmonica di Trento, Festival MiTo Settembre Musica, Festival Crucifixus, Accademia Olimpica di Vicenza, Associazione Amici della Musica e Società del Quartetto, Operaestate festival, Festival di Musica Antica Trento, Festival Galuppi di Venezia e Festival In canto gregoriano di Firenze. Ha collaborato con importanti nomi della cultura e del teatro italiano e per la Fondazione Levi di Venezia e l’Università degli Studi di Padova ha realizzato numerosi progetti tematici sulla Scuola Veneziana del Cinquecento. Ha inoltre allestito, in prima assoluta, il dramma liturgico medioevale Officium Stellae e progetti tematici su G.S. Mercadante, Padre Davide da Bergamo, G. Sarto (Pio X), C. Ambrosini, G. Bonato, D. Clapasson, Z. Gárdonyi, M. Kerer, P. Ugoletti e P. Valtinoni. Ha pubblicato i seguenti CD: Musica Dei donum (1996), Lux fulgebit (2002), Pio X – la sua musica (2003), Saverio Mercadante, Musica sacra e stile operistico (Tactus, 2004), Cantate (2007), Spatium (2012), Confini (2015), Maestri del Cinquecento (2018). Alcune esecuzioni sono state trasmesse su Rai Radio3. Fra i progetti di recente realizzazione si segnalano: il concerto per la Scuola Grande di San Rocco di Venezia per il V centenario della nascita di Tintoretto; il concerto per la Fondazione Levi di Venezia in occasione del V centenario della nascita di G. Zarlino; per Asiagofestival 2019, il concerto Maestri della musica corale veneta tra Cinquecento e Seicento; la serata d’inaugurazione del Festival Biblico 2019; la cerimonia di premiazione del Premio letterario Rigoni Stern (2019) a Palazzo Labia, sede RAI di Venezia.

Maria Dal Bianco è diplomata in composizione, in organo e composizione organistica, in musica corale e direzione di coro e in prepolifonia, ha frequentato corsi di perfezionamento in organo con J. Langlais, M. Radulescu, A. Mitterhofer, e M. Torrent Serra, in prassi esecutiva rinascimentale e barocca con G. Acciai, L. Picotti e P. Neumann, in canto gregoriano con L. Agustoni, N. Albarosa, D.O. Damini, F. Rampi, J. Berchmans Gösch e D.D. Saulnier, in vocalità con S. Woodbory e A. Grandini. Già docente ai conservatori di Cagliari, Bari, Torino e Brescia, insegna pratica organistica, modalità e canto gregoriano al Conservatorio C. Pollini di Padova. Ha svolto attività concertistica come organista e con gruppi strumentali e vocali. Dirige, fin dalla fondazione, il Cœnobium Vocale con il quale ha ottenuto il premio come miglior direttore ai concorsi nazionali di Quartiano e di Vittorio Veneto. Elabora e realizza progetti musicali con importanti nomi della cultura e del teatro italiano. Già componente della Commissione Artistica di Asac e di Feniarco, collabora con varie associazioni, enti e istituzioni e ha fatto parte della Commissione di arte sacra della Diocesi di Vicenza. È frequentemente invitata a far parte di giurie in concorsi corali e di composizione nazionali e internazionali.  

[coro a voci pari maschili - semifinale]

Finale
Zürcher Sing-Akademie di Zurigo (Svizzera)

direttore: Florian Helgath

La Zürcher Sing-Akademie si è esibita nei più importanti contesti musicali cameristici e sinfonici del panorama europeo. Il coro collabora con importanti compagini orchestrali sia in Svizzera che a livello internazionale. Sovente commissiona nuove collaborazioni esibendosi in prime esecuzioni assolute ed esegue programmi a cappella svolgendo un ruolo di primaria importanza nella promozione dei compositori svizzeri, sia storici che contemporanei. Dalla sua formazione nel 2011, il coro ha collaborato con diversi direttori tra cui B. Haitink, D. Zinman, D. Barenboim, R. Norrington, P. Heras-Casado, N. Järvi, G. Antonini e R. Jacobs. Il coro ha partecipato a tournée musicali in Germania, Italia, Israele, Paesi Bassi, Libano, Taiwan, Cina e in molte città europee. In particolare si è esibito ai BBC Proms a Londra, alla Philharmonie di Parigi, al Concertgebouw di Amsterdam, alla Philharmonie Köln e alla National Concert Hall Taipei. Oltre alla stabile collaborazione con la Tonhalle-Orchestre di Zurigo, il coro si esibisce regolarmente con acclamati ensemble come la Freiburger Barockorchester, la Luzerner Sinfonieorchester, l'Orchestre de la Suisse Romande, la Kammerorchester Basel, il Musikkollegium Winterthur, l'Hofkapelle München e l’orchestra barocca La Scintilla. Vasta la produzione discografica tra cui si segnala: Die erste Walpurgisnacht di F. Mendelssohn con il Musikkollegium Winterthur diretto da Douglas Boyd (MDG, 2016), la Sinfonia n.9 di L.v. Beethoven con la Luzerner Sinfonie Orchestre e James Gaffigan (Sony, 2018), composizioni di musica a cappella di W. Furrer diretti da F. Helgath (M&S Edition, 2018). Tra gli eventi in programma della stagione 2019/20 i concerti di apertura della nuova stagione della Tonhalle-Orchestre di Zurigo con P. Järvi, il tour con la Freiburger Barockorchester e la Kammerochester di Basilea. Il coro è stato invitato al XII World Symposium on Choral Music che si terrà a Auckland (Nuova Zelanda, 2020). Florian Helgath è il direttore artistico della Zürcher Sing-Akademie dal 2017. 

Florian Helgath ha studiato direzione corale alla Scuola di Musica e Teatro di Monaco, laureandosi nel 2008. Ha studiato con M. Gläser, S. Parkman, D. O. Stenlund, S. Cleobury, H. Rilling, S. Halsey e J. van Veldhoven. In qualità di premiato e finalista del Premio Eric Ericson 2006 e del Concorso per giovani direttori di coro a Budapest 2007, Florian Helgath ha attirato l'attenzione della scena musicale corale internazionale. È stato direttore del Danish Radio Choir e direttore artistico della Via Nova Chor Monaco, dirigendo diverse prime esibizioni e vincendo premi internazionali. È direttore artistico della ChorWerk Ruhr e della Zürcher Sing-Akademie. È direttore ospite abituale di SWR Vokalensemble, RIAS Kammerchor, MDR Leipzig Radio Choir, Coro della Radio Bavarese, Choeur de Radio France, Coro filarmonico di Varsavia e collabora con la Munich Radio Orchestra, Bochum Symphony, Odense Symphony, Brussels Philharmonics, Münchner Symphoniker, Akademie für Alte Musik Berlin, Concerto Köln e Ensemble Resonanz. La sua discografia comprende il CD Sacred songs con il MDR Leipzig Radio Choir (ICMA Award 2017), opere di G.P. da Palestrina e R. Wagner sempre con il MDR Leipzig Radio Choir, musica corale contemporanea con il Via Nova Chor e la Missa in c - Stabat Mater di J.S. Mayr con l'Orpheus Vokalensemble e il Concerto Köln. Per l'album Da Pacem con RIAS Kammerchor e Capella de la Torre ha ricevuto l'ECHO Klassik 2017. La registrazione del Requiem di T. Mansurian con RIAS Kammerchor e Munich Chamber Orchestra per ECM Records ha ricevuto la nomination ai Grammy nel 2018.  

[coro misto professionale - finale]

Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più . Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.