Ensemble Pour Choeur di Basilea (Svizzera)

direttori Marco Beltrani e Samuel Strub 

L’ensemble pourChœur, fondato nel 2012 dagli attuali direttori Marco Beltrani e Samuel Strub, è una formazione corale svizzera di giovani cantori che unisce allo studio del repertorio classico tradizionale quello di musica contemporanea. Ad oggi il coro ha realizzato importanti progetti e si è distinto nel panorama corale svizzero in particolare grazie alla collaborazione con giovani compositori e con l’esecuzione di oltre 15 nuove commissioni. Il coro è specializzato nell'esecuzione di opere a cappella del XX secolo che ne dimostrano una grande qualità ed equilibrio del suono. Oltre al repertorio impegnato del '900 e le opere su commissione che esegue regolarmente, pourChœur annovera nel suo repertorio brani di musica popolare svizzera, incentivandone così la conservazione e la diffusione. Nel 2016 pourChœur ha vinto il primo premio nella categoria cori nazionali, l’audience award e il premio come miglior programma musicale al Montreux Choral Festival (Svizzera); nello stesso anno ha ottenuto il premio per la miglior esecuzione di un brano contemporaneo al Fleischmann International Trophy Competition di Cork (Irlanda).  

Coro San Nicolò di Litija (Slovenia)
direttore Helena Fojkar Zupančič

Il Coro San Nicola di Litija è composto da oltre 50 giovani coristi provenienti dalla Slovenia centrale. Negli ultimi venti anni, il coro si è distinto sulla scena musicale corale slovena e internazionale per la sua forte energia creativa. Sotto la guida della direttrice Helena Fojkar Zupančič, la formazione corale ha approfondito e interpretato generi e repertori diversi: composizioni sacre, brani di tradizione popolare, arrangiamenti di musica pop e anche pagine di matrice spiritual. Nel corso della sua storia ha ottenuto risultati di prestigio in competizioni corali in tutta europa. Tra le recenti partecipazioni si segnalano il primo posto nelle categorie polifonia, musica popolare e musica sacra al Concorso corale internazionale di Rimini (2018), una targa d’oro e il secondo posto assoluto alla 24ª edizione del Naša pesem a Maribor (Slovenia, 2016), il secondo posto nelle categorie polifonia e musica popolare oltre al premio del pubblico al Certamen coral di Tolosa (Spagna, 2016) e il primo posto assoluto al City of Derry International Choir Festival, Irlanda (2015). Per commemorare il ventesimo anniversario dalla fondazione, nel 2017, il coro ha aggiunto due nuovi cd alla sua collezione. Il primo, intitolato Puer est natus / Dete je rojeno, contiene canti gregoriani, il secondo, intitolato Jazzlice, consiste in dodici arrangiamenti jazzistici del Natale sloveno. Il coro ha al suo attivo altri tre cd: Eno drevce con canzoni popolari, Sacra religio dedicato alla musica sacra e Božična luč con brani natalizi di J. Rutter. Nel maggio 2019, il coro ha eseguito la nona sinfonia di Beethoven con l’Orchestra sinfonica della Slovenia e il coro da camera Megaron. 

Sibi Consoni di Genova

direttore Roberta Paraninfo

Nati nel 2005 come coro di voci bianche (Piccoli cantori), poi coro a voci pari (Giovani cantori), sono ora la formazione giovanile a voci miste dell'Accademia Vocale di Genova, composta da coristi con età compresa tra i 18 e i 28 anni. Sibi Consoni è un’espressione latina che significa consonanti fra loro: descrive non solo un’armonia musicale tra i componenti della formazione ma anche l’affiatamento umano che si è venuto a creare tra i cantori nel corso degli anni. Fondamentale per la crescita dei cori dell'Accademia è la ricerca di una propria identità, a partire dalla quale si orienta l'attività artistica del gruppo. Per questo motivo il percorso dei Sibi Consoni è caratterizzato da una grande eterogeneità di progetti, attraverso i quali il coro sta acquisendo esperienza ed elasticità. Nel febbraio 2017, insieme al Genova Vocal Ensemble, ha effettuato per la Brilliant Classics la registrazione in prima mondiale dei Shakespeare Sonnets di M. Castelnuovo Tedesco. Nello stesso anno le sezioni maschili del gruppo hanno eseguito, nell’ambito del Concorso nazionale Trofei Città di Vittorio Veneto, la suite Sweet di M. Da Rold in prima esecuzione assoluta. Dal 2017 i Sibi Consoni collaborano con il Coro G di Torino diretto da Carlo Pavese per il progetto Legature. Fin dalla fondazione il coro ha partecipato a numerosi festival e concorsi nazionali e internazionali ottenendo diversi premi e riconoscimenti.  

Complesso Vocale di Nuoro

direttore Franca Floris

Fondato nel dicembre del 1984, il Complesso Vocale di Nuoro affronta un repertorio corale vasto e diversificato che spazia dalla monodia gregoriana alla polifonia contemporanea, nello spirito di un costante approfondimento della vocalità, dell’interpretazione e della prassi esecutiva. Svolge intensa attività concertistica in ambito nazionale e internazionale proponendo programmi monografici incentrati su singoli autori (G.P. da Palestrina, A. Banchieri, A. e G. Gabrieli, C. Monteverdi, J.S. Bach, F. Mendelssohn, J. Brahms, F. Poulenc, A. Pärt), temi (l’amore, le stagioni, gli animali, donne e madonne, la vita e la morte, terra e cielo, la passione e morte di Cristo, il Natale) o particolari aspetti della letteratura corale (il canto gregoriano, il mottetto, i cori battenti/spezzati, il lied, la chanson, il madrigale, la letteratura corale romantica a cappella e non, percorsi per solo coro femminile o maschile, la musica popolare sarda, la musica contemporanea). È spesso ospite in rassegne, festival, stagioni musicali in Italia e all’estero e ha conseguito premi in concorsi nazionali e internazionali in tutte le categorie nelle quali si è presentato e nei diversi generi corali affrontati. Collabora con prestigiose formazioni strumentali e istituzioni musicali nazionali per l’allestimento di opere del periodo rinascimentale, barocco e classico; particolarmente attiva la collaborazione con l’Ensemble Bizzaria del dipartimento di musica antica del Conservatorio G.P. da Palestrina di Cagliari e con l’Ente musicale di Nuoro. Ha partecipato, in qualità di coro laboratorio, a numerosi seminari per direttori. Compositori quali J. Busto, F. Resch, A. Sanna, M. Schneider e M. Zuccante hanno dedicato al complesso vocale alcune loro composizioni.

Ensemble La Rose di Piovene Rocchette

direttore Josè Borgo

L’Ensemble La Rose di Piovene Rocchette (VI), diretto fin dalla sua fondazione da Jose Borgo, si é costituito nel settembre 2004 e si compone di una ventina di voci femminili. Il coro é stato ospite in numerose e importanti manifestazioni, festival e concorsi quali: 23° Concorso corale F. Gaffurio di Quartiano (2005), fascia d’argento nella categoria polifonia sacra; 45° Concorso di canto corale C.A. Seghizzi di Gorizia (2006), premio Feniarco quale coro italiano in concorso con la migliore votazione; 4° Festival della coralità veneta (2006), primo premio nel repertorio polifonia d’autore, premio speciale per la migliore interpretazione di un brano contemporaneo e assegnazione del Gran Premio della coralità veneta; Gran Premio corale nazionale F. Marcacci di Montorio al Vomano (2008), secondo posto e premio speciale della giuria popolare; 46° Concorso nazionale corale Trofei Città di Vittorio Veneto (2012), primo classificato nella categoria musiche originali d’autore, premio speciale dedicato al miglior coro veneto iscritto all’ASAC e Gran Premio E. Casagrande; 5° Concorso polifonico nazionale Lago Maggiore di Stresa (2013), primo classificato nella categoria voci pari; 9° Festival della coralità veneta (2016), primo premio nella categoria polifonia, premio speciale della giuria per la musica contemporane e assegnazione del Gran Premio della coralità veneta. Nel 2015 l’Ensemble La Rose ha inciso il suo primo cd, Novecento.

Coro del Friuli Venezia Giulia

direttore Cristiano Dell'Oste

Il Coro del Friuli Venezia Giulia è nato nel 2001 e annovera quasi 400 concerti, suddivisi in un centinaio di produzioni diverse. Caratterizzato dalla gestione modulare del suo organico, composto da molti giovani provenienti da tutta la regione Friuli Venezia Giulia, ha all’attivo decine di produzioni, prime assolute e concerti tenuti in tutta Italia e Europa. Collabora con rinomati interpreti della musica antica, classica, contemporanea, jazz, pop e numerose orchestre europee: Capella Savaria, Solamente Naturali di Bratislava, Venice Baroque Orchestra, FVG Mitteleuropa Orchestra, Orchestra della Radio Televisione Serba, Orchestra della Radio Televisione e Philharmonia di Ljubljana, Junge Philharmonie Wien, Orchestra Toscanini di Parma, Orchestra di Padova e del Veneto, Orchestra Giovanile L. Cherubini. È stato ospite di prestigiosi festival e stagioni concertistiche, tra cui spicca il Festival Monteverdi di Cremona, il Teatro Comunale di Modena, Musica e Poesia a S. Maurizio di Milano, Soli Deo Gloria di Reggio Emilia, Emilia Romagna Festival, Musikverein di Klagenfurt, Stadttheater di Klagenfurt, Wien Musikwoche, Ljubljana Festival, Festival Dino Ciani, Mittelfest, Ravenna Festival, MITO SettembreMusica. Uno dei progetti più ambiziosi del coro è quello di eseguire tutte le oltre 200 cantate sacre di J.S. Bach e grande risalto ha avuto l’esecuzione a Udine nel 2012, in tre giorni consecutivi, della Passione secondo Giovanni, della Passione secondo Matteo e della Messa in si minore, sotto la direzione di F.M. Bressan, P. Paroni e A. Marcon. Le performance con celebri esponenti jazz quali K. Wheeler, J. Surman, J. Taylor, M. Stockhausen, E. Rava, K. Gesing e G. Venier hanno permesso alla compagine di sperimentare nuove forme di espressione. Significative anche le collaborazioni con cantanti quali M. Devia e L. Castellani, le esperienze pop con A. Bocelli, Tosca e S. Cristicchi e con il musicista etnico J. Gasparyan. Il coro è stato diretto da oltre cinquanta direttori tra cui R. Muti, G. Leonhardt, T. Koopman, C. Coin, L. Bacalov e G. Pehlivanian, oltre a quelli sopra citati. Degne di nota le collaborazioni con G. Leonhardt che ha diretto un ciclo di cantate bachiane portato in tournée e andato in onda su Rai2 e con la soprano E. Kirkby, a fianco della quale il coro è comparso in un documentario inglese della BBC andato in onda più volte in Inghilterra. Nel 2016 ha intrapreso una felice collaborazione con il celebre violoncellista M. Brunello che sta portando il coro nei più importanti cartelloni e festival europei. Il Coro del Friuli Venezia Giulia fin dalla sua fondazione è preparato da Cristiano Dell’Oste.  

Accademia Corale di Lecco

direttore Antonio Scaioli

L’Accademia Corale di Lecco è stata fondata nel 1947 e diretta fino al 1982 da Guido Camillucci, con il quale, fra le tante significative tappe artistiche, va ricordata l’incisione in prima assoluta italiana dell’Amfiparnaso di O. Vecchi. Dal 1982 al 1993, sotto la direzione di Angelo Mazza, ha presentato le maggiori opere del repertorio sacro di G.B. Pergolesi, F. Schubert, B. Galuppi, W.A. Mozart e A. Vivaldi. Dal 1993 l’Accademia, con la direzione di Antonio Scaioli, ha collaborato con l’Orchestra dell’Università Cattolica, il Quartettone di Milano e l’Orchestra sinfonica di Lecco e con i pianisti D. Pollini, M. Fasoli e F. Torri. Nel maggio 1998 ha inciso per la Stradi­varius un cd con alcuni corali di J.S. Bach, con l’organista G. Cesana. Nel 2000 ha partecipato al 3° Festival corale internazionale Val Pusteria e alla rassegna Polyphoniae organizzata dal Conserva­torio di Como. Nel 2007 ha celebrato il suo 60° di fondazione con l’incisione del cd Colori ed emozioni della polifonia. Assieme all’associazione musicale Harmonia Gentium, è stata protagonista nell’esecuzione di importanti opere quali la Matthaeus Passion di J.S. Bach, Il Natale del Redentore di L. Perosi, il Gloria di F. Poulenc, la Messa solenne di Gran di F. Listz, il Passio pel Venerdì Santo di G.S. Mayr. Nel 2009 ha aperto il Festival europeo dei cori giovanili di Lecco con l’esecuzione della Theresienmesse di J. Haydn. Nel 2010 ha eseguito il Requiem di G. Fauré e nel 2013 il Requiem di W.A. Mozart nella Basilica di Lecco. Nel 2015 ha presentato lo Stabat Mater di G.B. Pergolesi e il Gloria di A. Vivaldi; nel 2017 in occasione del 70° di fondazione ha eseguito la Messa in do maggiore op. 86 di L. van Beethoven e nel 2018 la Petite Messe Solennelle di G. Rossini.

I Piccoli Musici di Casazza

direttore Mario Mora

I Piccoli Musici di Casazza (BG), diretti fin dalla fondazione da Mario Mora, si sono costituiti nel 1986 quale espressione dell’omonima scuola di musica. Nella sua intensa attività artistica il coro si è esibito in importanti festival corali e ha preso parte a prestigiosi concorsi nazionali e internazionali ottenendo numerosi primi premi. Ha partecipato a concerti trasmessi da Rai, Mediaset, Radio e Tv Svizzera. Dal 2007 è il coro ufficiale, assieme all’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, del Concerto di Natale della Basilica di Assisi trasmesso sempre in Eurovisione. Ha preso parte agli allestimenti di numerose opere liriche di autori classici e contemporanei collaborando con Ensemble Elyma, Ensemble Delitiae Musicae di Verona, Orchestra sinfonica del Conservatorio di Parigi, Orchestra stabile di Bergamo, Orchestra e coro sinfonico G. Verdi di Milano e Filarmonica del Festival pianistico internazionale di Brescia e Bergamo. Ha realizzato numerose incisioni discografiche tra le quali si segnalano un CD con opere di F. Mendelssohn e B. Britten e Around the world, una raccolta di canti e melodie internazionali, editi da Edizioni Carrara; i Vespri di Natale di A. Willaert e una raccolta di canti natalizi per la Stradivarius; Giro Giro Canto 3, raccolta di canti per bambini e ragazzi, e Nativitas - A Christmas Festival editi da Feniarco. Altre pubblicazioni sono state realizzate con Sony, Larus, Decca, Fondazione Guido d’Arezzo, Federazione Cori del Trentino e Europa Cantat. Per l’ONU ha cantato a Ginevra alla presenza dei rappresentanti di 186 nazioni in occasione del 10° anniversario della Convenzione sui diritti dei fanciulli e a Milano alla presenza dell’allora Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per il 150° dall’Unità d’Italia. La Fondazione Guido d’Arezzo gli ha conferito il premio internazionale alla carriera Guidoneum Award.  

Ensemble Vocale Mousiké di Muggiò

direttore Luca Scaccabarozzi

Fondato nel 2009 dal direttore Luca Scaccabarozzi, l’Ensemble Vocale Mousiké si dedica principalmente alla polifonia rinascimentale e contemporanea ma dedicandosi anche ad altri generi ed epoche. L’ensemble è stato invitato a esibirsi in prestigiosi contesti musicali tra cui il festival MITO SettembreMusica, il Festival internazionale di musica corale Nella città dei Gremi a Sassari, il Festival internazionale Voce! a Bosco Chiesanuova, Le Chiavi d'Argento a Chiavenna e la Stagione dell’Accademia corale S. Tempia di Torino. L’Ensemble Vocale Mousiké ha ottenuto il primo premio al Concorso nazionale Riviera Etrusca di Piombino (2011), il secondo posto e il premio per la migliore esecuzione del brano Dieu, qu'il la fait bon regarder di C. Debussy al Concorso nazionale Città di Fermo (2012), il primo premio di categoria al Concorso nazionale F. Gaffurio di Quartiano (2015) e il primo premio assoluto al Concorso nazionale corale polifonico del Lago Maggiore di Verbania, conquistando anche il premio per la migliore esecuzione del brano Prière di C. Margutti (2015). Nel 2016 si è classificato al secondo posto al Concorso polifonico nazionale Guido d’Arezzo, ottenendo anche il premio per la migliore esecuzione di un brano rinascimentale. Nel 2018 ha vinto il Gran Premio E. Casagrande al concorso Corale nazionale Trofei Città di Vittorio Veneto aggiudicandosi il primo premio nella categoria musica sacra originale d’autore e il premio per la migliore esecuzione di un brano rinascimentale. Nello stesso anno è inoltre risultato vincitore del Concorso corale nazionale Città di Lainate e del Concorso internazionale di musica sacra San Colombano. Ha collaborato come coro laboratorio con l’Accademia di direzione corale F. Corti di Torino e la Milano Choral Academy.  

Coro G di Torino

direttore Carlo Pavese

Il Coro G è un coro giovanile torinese fondato nel 2003. Il Coro G ha visto passare nel suo organico più di cento coristi e ha tenuto più di cento concerti. Nel corso degli anni l’atteggiamento curioso e intraprendente dei suoi cantori ne ha fatto un luogo dove esplorare nuovi linguaggi musicali, affinare il proprio strumento vocale, sperimentare e improvvisare. Il coro si dedica specialmente alla musica a cappella contemporanea con programmi tematici e monografici. Ha eseguito integralmente, per la prima volta in Italia, il ciclo Gloria Patri… di U. Sisask all’Incontro internazionale polifonico Città di Fano e al festival MITO Settembre Musica. Ha commissionato alla compositrice L. Marconi la fiaba corale La principessa luminosa, di cui ha curato allestimento e prima esecuzione. In passato la collaborazione con altre formazioni e con gli ex-coristi ha permesso al coro di affrontare alcuni capolavori sinfonici quali il Requiem di W.A Mozart, i Carmina Burana di C. Orff, i Lobgesang di F. Mendelssohn. Oltre a numerosi concerti in Italia, il coro ha cantato in Germania (Amburgo, Hannover, Wolfenbüttel, Usedom), in Estonia (Rapla, Tallinn), in Francia (Briançon) e nei Paesi Baschi (Irun, San Sebastian per la Capitale europea della cultura 2016). Il Coro G ha ideato la rassegna Legature, basata sulla collaborazione con cori giovanili italiani e europei. È diretto dalla sua fondazione da Carlo Pavese ed è seguito dalla cantante Arianna Stornello per la vocalità.

Corale Universitaria di Torino

direttore Paolo Zaltron

Fondata nel 1954 su iniziativa di alcuni studenti, la Corale Universitaria di Torino svolge un’importante e riconosciuta opera di ricerca tesa alla riscoperta e alla valorizzazione dei grandi maestri del Rinascimento, non trascurando peraltro l’interesse per autori del periodo classico e contemporaneo. La corale può vantare prime esecuzioni assolute e moderne di A. Vivaldi, L. Sinigaglia, F. Martin, R. Kubelik, C. Pavese e R. Piacentini. Vanno ricordate, a tal proposito, alcune significative incisioni discografiche quali Carols, la favola del Natale (2007), Ars Flamandi, scuole polifoniche neerlandesi dal XV al XVII secolo (2004), e Beata es Virgo Maria, dedicata alla dedizione mariana nel Rinascimento. La corale ha effettuato numerose tournée in Italia e all’estero; ha partecipato a importanti festival (Festival Europa Cantat Torino 2012; MITO SettembreMusica 2007, 2011 e 2016; Nello stile italiano, Genova; Festival di cori universitari a Firenze; Festival International Musique Universitaire, Francia; Semana Coral Internacional de Alava, Spagna), manifestazioni celebrative (centenari di Dante Alighieri, G.P. da Palestrina e C. Monteverdi) e concorsi (nel 2006 a LLangollen, terzo posto assoluto, Lugano, Stresa, Quartiano e Arezzo). Dal 1999 la corale fa parte del l’Associazione musicale degli studenti universitari del Piemonte. In questo ambito ha promosso tre rassegne internazionali di cori universitari, lezioni-concerto, scambi con cori universitari italiani ed europei. La corale organizza periodicamente seminari di studi e ha bandito tre concorsi internazionali per giovani compositori. Più di 600 coristi hanno cantato dal 1954 ad oggi nella Corale Universitaria di Torino, attualmente il coro universitario più longevo d’Italia.

Torino Vocalensemble

direttore Davide Benetti

Fondato nel 2000, il Torino Vocalensemble ha cantato in oltre 140 concerti in 6 paesi europei eseguendo un repertorio di oltre 150 composizioni, tra cui 15 prime assolute (10 commissionate dall’ensemble) e la prima italiana della Missa Lorca di C. Margutti, di cui ha anche realizzato la prima incisione mondiale. Recentemente l’ensemble ha affiancato a questo percorso di ricerca un itinerario a ritroso nel repertorio del passato, a cappella e sinfonico, prendendo parte a rassegne, festival, seminari internazionali. Ha cantato con Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano, Archi De Sono, Junge Deutsche Philharmonie e Ensemble Sabaudo. Ha inoltre eseguito nel 2011, insieme all’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, tre prime esecuzioni di brani di A. Pärt per MITO SettembreMusica ed è stato ospite della XIV edizione del Bonner Schumannfest. Ha collaborato alla realizzazione della colonna sonora del film La grande bellezza (P. Sorrentino, 2013). Nel 2015 si è aggiudicato il secondo premio per la categoria musica romantica al Concorso internazionale di canto corale C.A. Seghizzi, nel 2016 ha vinto il primo premio per la categoria voci miste al Concorso corale nazionale del Lago Maggiore e nel 2017 ha ottenuto i primi premi per le categorie musica popolare e musica polifonica al Concorso corale nazionale di Veruno. Nel 2018 ha vinto il primo premio al Concorso corale nazionale Città di Fermo. Il Torino Vocalensemble è stato fondato e diretto da Carlo Pavese fino al 2012. Nel 2013 è stato diretto da Dani Juris e dal 2014 al 2017 da Luca Scaccabarozzi. 

Coro polifonico di Lanzo Torinese

direttore Simone Bertolazzi

Il Coro polifonico di Lanzo è nato nel 1983 da un’idea di Mara e Arcangelo Popolani all’interno della loro scuola di musica che ne hanno seguito rispettivamente la vocalità e la direzione, con la convinzione di fare della musica uno strumento di formazione anche a livello umano. Il coro si è sempre presentato nelle due formazioni a voci bianche e a voci miste. Dalla sua fondazione il coro ha organizzato oltre trenta rassegne natalizie e altrettante primaverili, collaborando con numerose realtà corali tra le quali l’Accademia Corale Stefano Tempia e la Scuola di direzione corale Il respiro è già canto in qualità di coro laboratorio. È stato spesso invitato in occasione di importanti celebrazioni liturgiche e si è impegnato per anni nel sostegno di associazioni di volontariato quali la Fondazione Assistenza Ricerca Oncologica Piemonte onlus. Negli anni recenti Mara e Arcangelo Popolani si sono dedicati solo al gruppo di voci bianche mentre il coro misto è stato diretto in concerto da Adriano Popolani e in seguito, per un breve periodo, da Loreta Pinna e Dario Tabbia. Da gennaio 2018 il coro è diretto da Simone Bertolazzi che si avvale della collaborazione di Rossella Giacchero per la vocalità.

Ensemble Femminile Fonte Gaia di Rovagnate

direttore Floranna Spreafico

Diretto sin dalla fondazione (2002) da Flora Anna Spreafico, l’Ensemble Femminile Fonte Gaia ha debuttato nella Rassegna internazionale Virgo Lauretana di Loreto. Il repertorio spazia dalle composizioni rinascimentali agli autori contemporanei, dal gregoriano alle elaborazioni popolari. È promotore di iniziative corali dedicate ai giovani e si è esibito in Italia e all’estero partecipando a importanti manifestazioni quali il Festival Lodoviciano di Viadana e il Festival Perosiano di Tortona, eseguendo in prima assoluta alcune composizioni di L. Perosi, A. Luchesi, A. Mazza e I. Danieli. Ha conquistato la fascia oro al 10° Concorso internazionale di Riva del Garda e al Concorso internazionale di Travesio (2008); il primo premio e fascia oro (2009 e 2011) e la fascia oro (2013) al Concorso nazionale F. Gaffurio di Quartiano; il primo premio e il premio speciale per la miglior esecuzione di musica contemporanea al Concorso internazionale Venezia in Musica (2012); la fascia oro e il premio per il miglior programma (2014 e 2016) e il secondo premio (2018) al Concorso internazionale di Verona; il primo premio al Festival lecchese La Torre che canta (2016); il secondo (2017) e il terzo premio (2018) al Concorso di Lainate.  

Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più . Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.