Docenti


Sofia Gioldasi (Grecia)

Ha studiato direzione di coro laureandosi al Conservatorio di Amsterdam. È inoltre laureata in musicologia / educazione musicale. In seguito ha frequentato corsi di perfezionamento con B. Astulez e A. Nethsingha approfondendo la combinazione tra canto corale, movimento del corpo e azione scenica per i cori di bambini e giovani. In qualità di membro della Nationaal Vrouwen Jeugdkoor si è esibita con importanti direttori d'orchestra. Tra il 2011 e il 2013 ha diretto il Coro da camera A. Schönberg a Leiden mentre dal 2011 al 2014 ha ricoperto la carica di direttore permanente del Nieuw Amsterdams Kinderkoor. Con il NAK si è esibita nelle più importanti sale da concerto dei Paesi Bassi. Ha vinto il premio d'argento al 9° concorso corale internazionale Cantemus in Ungheria, ha registrato per la Radio e Televisione Nazionale Olandese, ha collaborato con T. Koopman e l'Amsterdam Baroque Orchestra e si è esibita alla cerimonia di insediamento del re olandese Willem-Alexander. È stata membro di giuria in concorsi corali internazionali e viene spesso chiamata a condurre workshop corali in Grecia, Turchia, Bulgaria, Italia e Paesi Bassi. Nel 2015 è tornata in patria, dove è attualmente direttore del coro misto e giovanile del Conservatorio di Stato di Salonicco, del vocal ensemble femminile Contra Tempo, del vocal ensemble e del coro di voci bianche American Farm School, tutti con sede a Salonicco.

Mya Fracassini

Mezzosoprano, ha studiato presso la Scuola di Musica di Fiesole, diplomandosi quindi in canto lirico presso il conservatorio G.B. Martini di Bologna, proseguendo poi con la liederistica e conseguendo la laurea specialistica in musica vocale da camera e polifonia rinascimentale presso i conservatori L. Cherubini di Firenze e T. Schipa di Lecce. Ha seguito corsi di perfezionamento con C. Desderi, J. Feldman, A. L. King, M. Chance, G. Banditelli. La sua attività si svolge in vari ambiti musicali spaziando dal repertorio medievale al repertorio barocco, dalla musica da camera per canto e pianoforte alla produzione musicale contemporanea e del Novecento. La versatilità vocale e musicale è una caratteristica peculiare che le consente di affrontare programmi musicali di tipo trasversale tra epoche, generi e stili, facendone una propria cifra stilistica molto apprezzata. Ha collaborato con Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, Orchestra di Padova e del Veneto, Coro della Radio Svizzera di Lugano, Modo Antiquo, Orientis Partibus, Cappella della Pietà dei Turchini, L’Homme Armé, Harmoniemusik dell’Orchestra Regionale Toscana, Cappella Artemisia, Collegio Musicale Italiano, Academia Montis Regalis, Florilegio Musicale e altre esibendosi con direttori quali S. Preston, R. King, H. Rilling, A. L. King, R. Clemencic, M. Brunello, D. Fasolis, A. Florio, S. Balestracci. Ha inciso per Bongiovanni, Tactus, Chandos, Arts, SpringArt, Brilliant. Da molti anni svolge attività di insegnamento del canto, sia solistico sia finalizzato al repertorio corale.

Mario Lanaro

Divulgare la musica è il suo impegno quotidiano; continua a studiare direzione, composizione, vocalità, didattica e organo. Per una quarantina d’anni è stato docente nei conservatori di Rovigo, Trento e Verona. Con Scrivi che ti canto (promosso dalla Società del Quartetto di Vicenza) ha ideato un concorso poetico-musicale per la scuola dell’obbligo a livello nazionale (repertorio, videolezioni su web, corsi per docenti). È docente in seminari per direttori e insegnanti. Collabora con molte realtà corali e strumentali creando progetti duttili, mirati e stimolanti. Nel 2002 riceve il Castello d’Oro (Conegliano) e nel 2006 il premio alla coralità italiana (Piacenza). Ha ottenuto fin da giovane vittorie a concorsi corali nazionali e internazionali: Vittorio Veneto (1977), Adria (1977, 1978, 1982), Ivrea (1979), Cuneo (1981) e Stresa (1985) oltre a diversi premi a concorsi di composizione corale: Trieste USCI (1989), Verona AGC (2002, 2004, 2008), Tours (1985). Le sue composizioni fanno parte dei repertori di molti cori e sono state pubblicate da Sikorski, A Coeur Joie, Carrara (che nel 2012 ha pubblicato anche il suo metodo Esperienze corali). Nel 2017 ha composto L’Annunciazione, cantata mariana per coro ed ensemble su poesia di P.P. Pasolini. Dirige grandi compagini corali ad importanti eventi: tra i più recenti Conto Cento Canto Pace (Arena di Verona, ASAC, 2015).

Benedetta Nofri

Direttrice di coro, compositrice, insegnante di scuola primaria e didatta, si è diplomata in​ direzione corale e poi in composizione liturgica presso il Conservatorio F.A.Bonporti di Trento, dopo​ il percorso presso la Fondazione Guido d'Arezzo, presso l’European Academy for choral conductors​ e l'Académie Supérieure Européenne d’Interprétation, studiando con docenti di fama internazionale quali N. Corti, L. Donati, G. Graden, L. Marzola, R. Rasmussen, P. Broadbent, B. Holten.​ Ha cantato nel Coro Giovanile Italiano e in Ut Insieme Vocale Consonante, con cui ha vinto il Gran Premio Europeo di canto corale. Membro di giuria in concorsi corali e di composizione, è direttore artistico del Concorso di composizione G. Salvadori e dell’Associazione Crome & Cromatismi di Monte San Savino (Ar). È direttrice di svariate realtà corali, con cui ha ottenuto ottimi risultati a livello concorsuale.​ Nel triennio 2016-2019 è stata direttrice del Coro Giovanile Toscano, con cui ha ottenuto il secondo e terzo posto all'International May Choir Competition di Varna (Bulgaria). Laureata sia nel settore pedagogico che in quello didattico, si occupa da anni di educazione musicale, con particolare attenzione alla realtà scolastica italiana, ed è docente​ in corsi di formazione per insegnanti e direttori di coro. In quanto compositrice, si dedica alla creazione di nuovo repertorio, adeguato alle esigenze dei cori scolastici e di voci bianche; è risultata vincitrice delle selezioni indette da Feniarco per le nuove composizioni pubblicate nei volumi Giro Giro Canto 6 e 7.

Roberta Paraninfo

Pianista di formazione, direttrice e didatta di professione, ha fondato e diretto a partire dal 1994 diverse formazioni corali. Attualmente dirige i cori dell’Accademia Vocale di Genova, un percorso formativo corale e musicale fondato nel 2005: il coro di voci bianche I Piccoli Cantori, il coro giovanile a voci pari Giovani Cantori, il coro giovanile misto Sibi Consoni e il gruppo vocale Genova Vocal Ensemble, con i quali ha conseguito numerosi premi in competizioni nazionali e internazionali. Ha inoltre diretto il coro misto JanuaVox, il coro femminile Good News!, il Coro del Conservatorio A. Steffani di Castelfranco Veneto (TV) e il Coro da camera Steffani, dell’omonimo Conservatorio. Ritenendo fondamentale l’immersione nella musica sin dalla tenera infanzia, da numerosi anni cura progetti di educazione musicale e sviluppo della coralità per scuole primarie di Genova e, parallelamente, corsi di formazione per insegnanti e direttori di coro in varie regioni d’Italia, per conto di Feniarco e delle Associazioni regionali corali. Ha insegnato esercitazioni corali presso il Conservatorio di Castelfranco Veneto dal 2014 al 2017. Insieme al maestro G. Graden ha diretto il Coro Giovanile Italiano per il biennio 2015-2016. È docente di accompagnamento pianistico presso il Conservatorio N. Paganini di Genova. Ha ricevuto cinque volte il premio come miglior direttore in altrettanti concorsi corali nazionali e internazionali.

Lia Serafini

Soprano, ha conseguito nel 1984 il diploma di Maturità classica presso il liceo A. Pigafetta e il diploma di pianoforte presso il Conservatorio A. Pedrollo di Vicenza.
Si è perfezionata nel canto con M. King e M.T. Boiton Rivoli. Voce agile ed espressiva, nella sua carriera internazionale ha avuto il piacere di collaborare con i più grandi artisti che hanno improntato di sé la riscoperta e l’evoluzione della musica antica. Attualmente collabora solo con gruppi e artisti di fama internazionale con i quali condivide una lunga conoscenza e frequentazione artistica (tra tutti J. Savall, R. Alessandrini, P. Erdas). Innumerevoli le sue apparizioni nei più importanti festival e teatri italiani, europei e americani. Ha effettuato registrazioni radiofoniche in tutta Europa e suoi interventi sono apparsi nelle riviste Orfeo e Amadeus.
 La sua discografia comprende oltre 50 incisioni per le case discografiche Astrée, Dynamic, Brilliant, Rainbow, Sarx Rds., Symphonia, Stradivarius, Tactus, Chandos, Cypress, Naxos, Opus 111, Naïve. Da molti anni tiene seminari e Masterclass sull’interpretazione della musica Rinascimentale e barocca e sull’equilibrio della voce. Il suo insegnamento della vocalità, senza discostarsi dalla tradizione, integra principi di coordinazione, equilibrio e armonia del respiro secondo l’Alexander Tecnique della quale è insegnante diplomata. Insegna canto rinascimentale e barocco presso il Conservatorio di musica A. Pedrollo di Vicenza.

Mathilde Vittu (Francia)

Mathilde Vittu, eclettica musicista francese, ha studiato violino, viola, direzione di coro e d’orchestra, musicologia, composizione e arrangiamento conseguendo numerosi diplomi presso il Conservatorio nazionale superiore di musica e danza di Parigi e ricevendo diiversi premi e riconoscimenti dal Ministero della Cultura. Si è esibita in prestigiose sale da concerto in Francia e all’estero cimentandosi sia nel repertorio barocco che in quello moderno. Ha pubblicato libri e saggi principalmente sulla musica barocca francese e sulla relazione tra la cultura musicale tradizionale e quella colta di matrice occidentale. Profondamente interessata alla cultura e alla musica araba, ha insegnato per un anno all'Università Sultan Qaboos di Muscat (Sultanato dell'Oman) e nel 2013-2014 al Conservatorio di musica Edward Said in Palestina. Attualmente insegna al Conservatorio Niedermeyer di Issy-les-Moulineaux e ne presiede il dipartimento di cultura musicale; è inoltre docente al Conservatorio Regional Influence di Parigi e al Polo d’Insegnamento superiore di Parigi/Boulogne-Billancourt. Dal settembre 2014 è insegnante di musicologia al Conservatorio di Parigi e direttrice dei cori di voci bianche della Amwaj Choir School of Palestine di Betlemme e Hebron (Palestina).

Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più . Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.